mercoledì 7 maggio 2014

Recensione: "La Casa di Ade" di Rick Riordan

Dopo averci pensato su parecchio, ho deciso di recensire in anteprima "La casa di Ade", il quarto libro della serie Eroi dell'Olimpo di Rick Riordan e che segue le vicende di Percy Jackson e i suoi amici semidei. A convincermi a recensire il libro ci ha pensato la notizia che, finalmente, arriverà da noi a fine anno e non dovremmo quindi aspettare i soliti 12 mesi fra un libro e l'altro, ma non solo! Il Marchio d'Atena, infatti, è nella top10 dei libri più venduti delle ultime settimane! Meglio celebrare :D



"La Casa di Ade" di Rick Riordan

  ❤  
Editore: Mondadori
Prezzo:  17,00 €
Data di Pubblicazione: Fine 2014
Categoria: Fantasy / Narrativa per ragazzi
Tipo: Quarto di Cinque libri

Trama: Alla fine del Marchio d'Atena, Annabeth e Percy cadono in una voragine che porta dritte dritta nel cuore degli Inferi. Gli altri cinque semidei devono mettere da parte il loro dolore e seguire le istruzioni di Percy di cercare il lato mortale delle Porte della Morte. Se riusciranno a farcela contro le armate di Gea, e Percy e Annabeth sopravviveranno nella Casa di Ade, allora i Sette riusciranno e chiudere le Porte da entrambi i lati e a prevenire così ai giganti di far risorgere Gea. Ma, Leo si domanda, se le Porte verranno chiuse, come faranno Percy e Annabeth a scappare dal Tartaro?


RECENSIONE


Il Marchio d'Atena ci aveva lasciato con un enorme cliffhanger. Percy è finalmente riuscito a riunirsi con Annabeth, ma la temibile Aracne non sembra intenzionata a lasciar andare la figlia di Atena, e decide di giocare un bello scherzetto alla coppia di innamorati trascinandoli entrambi nel Tartaro!
Il libro finisce, infatti, con la promessa fra Percy e Nico di "ricongiungersi tutti dall'altra parte delle porte della Morte".
Riusciranno i nostri semidei a farcela? be', questo non ve lo dico o vi spoilerei il tutto!
Comincio dicendo che, dopo il primo capitolo, questo è stato quello che più mi è piaciuto della saga, forse anche perché leggerlo in lingua madre fa tutto un altro effetto.
Dopo quattro libri riusciamo finalmente a vedere Percy e Annabeth insieme. Il loro legame, l'amore che nutrono l'uno per l'altra, è tangibile fin dalle prime righe. Ma non solo, Rick Riordan decide di farci conoscere le sfumature più profonde di molti personaggi in questo appuntamento: da Nico e Hazel a Jason, Piper e Leo, e persino Reyna. Tutti giocheranno un ruolo fondamentale, e proprio per questo ci tengo a ribadire come gli Eroi dell'Olimpo sia una saga incentrata su tutti loro, e non più su Percy Jackson (come invece molti credono, abbinando ancora questi libri alla vecchia serie).

La cosa strana della Casa di Ade, è che nonostante Percy e Annabeth siano da soli nel Tartaro a rischiare la morte una pagina sì e l'altra pure, non saranno loro quelli che vi faranno venir voglia di lanciare il libro contro il muro. A questo ci penserà il personaggio fin'ora più sottovalutato di tutti (ma che in realtà ha fatto molto, moltissimo già nelle sue prime apparizioni e che nell'ultimo libro avrà finalmente un suo punto di vista!): Nico Di Angelo. Riordan, infatti, ci farà conoscere lati del figlio di Ade che nessuno, nemmeno il più accanito dei fan, avrebbe mai sospettato! E chi, se non il figlio di Zeus, è il più adatto a rapportarsi con il ragazzino? Il punto di vista di Jason è quello, infatti, che ho amato di più in assoluto. Contrariamente a molti lettori, Jason è sempre stato uno dei miei preferiti, e il suo modo di approciare Nico lo rende ancora più "amabile" ai miei occhi. 

Insomma, la Casa di Ade contiene tutto quello a cui Rick Riordan ci ha abituati: riferimenti alla mitologia greca, avventura, humor, amore, e in questo capitolo persino drammi che molti adolescenti devono affrontare ai giorni nostri. Inutile dire che lo leggerò anche in italiano, e che non vedo l'ora che esca il seguito: Il Sangue dell'Olimpo.

2 commenti:

  1. Ciao...ma che carina la tua grafica!!anche tu sei un'appassionata di Percy....hanche a me piace molto(anceh se sono un pò più vecchierella...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!
      Oh, Percy non ha età *__* hehe

      Elimina